Benvenuti.

R-evoluzione delle abitudini , Verso uno stile di vita sobrio ed etico.

Focus locale e azione globale, gli ingredienti base per ogni iniziativa di successo. Ognuno di noi agendo localmente con etica e sobrietà può contribuire ad una grande r-evoluzione. Scegliere la bicicletta come mezzo di mobilità urbana è un atto dovuto verso il prossimo e verso l'ambiente. 

R-evoluzione CSR (Corporate Social Responsibility)

Facile come andare in bicicletta! Lavorare per la salute vuol dire lavorare a favore della natura e dell’economia. La nostra salute è in simbiosi con i cicli naturali, quindi non possiamo raggiungere il nostro obiettivo di benessere, senza tutelare la salute dell’ambiente che ci circonda. Quando pensiamo al benessere uno degli indicatori più importanti di cui dobbiamo tenere conto sono le emissioni di anidride carbonica. Molte campagne di Corporate Social Responsibility (CSR) sono basate sul monitoraggio delle emissioni di CO2  e sulle modalità di riduzione. Secondo dati statistici ufficiali in media in Europa la gente scarica nell’ambiente 145,7 g / km di CO2 invece dei 130 g/Km raccomandati dall'Unione Europea . Utilizzare un’automobile per andare al lavoro equivale ad immettere nell’aria che respiriamo circa 8 kg di CO2 ogni ora! Questa è una quantità enorme non smaltibile dall’ecosistema. Perché non utilizzare altri mezzi di mobilità urbana come la bicicletta? Oltre al vantaggio economico di risparmiare sull’acquisto dei carburanti, l’uso quotidiano della bicicletta mantiene in forma l’organismo, aiuta il pianeta e dà uno slancio alla nostra vita! Questo tipo di comportamento, che in fin dei conti  rappresenta uno stile di vita, ha un grande impatto positivo su ogni persona, sull'ambiente circostante, sulle comunità e sulla società intera. Essere socialmente responsabili è un dovere di tutti e dovrebbe coinvolgere tutti i livelli della società e tutti i settori dell’economia. Per questo le aziende dovrebbero includere strategie di Responsabilità Sociale  già all’intermo delle proprie strategie di business. Auspichiamo che il nostro comportamento socialmente responsabile non sia solo un’opzione ma uno stile di vita attualissimo e necessario. 

 Anita Tomescu

 

 

R-evoluzione hi-tech. La green wheel è realtà.

Da Copenhagen a Milano. La GreenWheel, la ruota intelligente, destinata a rivoluzionare il concetto di bicicletta a pedalata assistita, è stata presentata ieri al Palazzo del Capitano. La bici ha fatto il suo ingresso, "in punta dei piedi", smontata e contenuta in una borsa portata a spalla da uno dei suoi “creatori", il dott. Michael Chia-Liang Lin che in pochissimo tempo l’ha estratta, assemblata e mostrata all'all’assessore all’Ambiente Paolo Massari. Il progetto della GreenWheel messo a punto dal MIT (Massachussets Institute of Technology), come ricorderete, aveva già stupito il mondo durante la Conferenza di Copenhagen quando alla presenza del ministro Stefania Prestigiacomo per la prima volta si erano illustrate al mondo tutte le sue innovative funzionalità. Perché quella che da molti è stata ribattezzata come bici ibrida del futuro, parla anche italiano: il direttore del Mobile Experience Lab del MIT è Federico Casalegno; alla realizzazione finale della Green Wheel ha preso parte anche la Ducati Energia, e l'intera operazione ha ricevuto il supporto del Ministero dell'Ambiente.

 

R-evoluzione urbana per città più verdi. Biciclette ibride sostenibili.

Un oggetto di utilizzo quotidiano come la bicicletta diventa sostenibile grazie all'applicazione di concetti hi-tech. Nuovi concetti di pianificazione urbana basata sul rapporto tra persone, città e tecnologia.